Tastiere arranger

Benvenuti!

Summer NAMM 2012: osservazioni

with 5 comments

Stand Yamaha al Summer NAMM 2012

Le porte del Summer NAMM 2012 si sono aperte il 12 luglio scorso e chiuse due giorni dopo senza lasciare grandi tracce sui cataloghi dei produttori di arranger workstation. La fiera stessa nella sua globalità non ha dato il via ad alcuna grande novità, segno della crisi incessante che dal 2008 continua ad aleggiare su tutti i mercati specialmente quelli occidentali. Ma è anche segno di una fiera estiva che pian piano sta perdendo d’importanza. Quella di Nashville è un’esposizione dedicata agli operatori professionali del settore e ai rivenditori: pertanto il grande pubblico è tradizionalmente escluso da questo evento estivo. Il numero di presenze quest’anno deve essere stato così deludente che gli organizzatori non hanno nemmeno emesso il consueto bollettino in cui ufficializzavano il totale di ingressi registrati nei tre giorni di fiera.

Per quanto concerne gli espositori, passiamo in rassegna velocemente i produttori di arranger:

  • Yamaha: è l’unica azienda che propone qualcosa di nuovo nel segmento delle tastiere portatili. Si tratta di PSR-E433, un modello che si colloca nella fascia bassa per prestazioni e per prezzo. Manda in pensione PSR-E423 e, oltre a fornire le classiche funzioni software per principianti e per chi desidera imparare a suonare la tastiera, include un piccolo arpeggiatore e un modulo DJ Pattern Mode che potrebbe offrire occasioni nuove per il divertimento. Torneremo a parlare di PSR-E433 in questo blog. Un cenno particolare va riservato a Yamaha NoteStar, l’applicazione per iPad destinata a suscitare interesse per i possessori di arranger sprovvisti della funzione Score: ebbene in questa fiera, Yamaha ha rinforzato la propria comunicazione in merito a questo prodotto riportando la continua crescita del repertorio di canzoni disponibili. Per finire con la casa di Hamamatsu, spendiamo due parole per il nuovo pianoforte portatile P-105 che è stato corredato di una minuscola sezione arranger: dieci stili pianistici e dieci pattern ritmici in aggiunta al tradizionale metronomo.
  • Casio sforna prodotti a raffica come da propria scelta industriale, ma non registriamo alcuna novità arranger. Gli annunci riguardano il settore dei pianoforti digitali, dove appaiono ben quattro nuovi pianoforti della serie Privia.
  • Roland in questa fiera si è concentrata nel richiamare l’attenzione del mercato nordamericano sul recente Jupiter 50.
  • Anche Korg non ha novità e il suo stand è destinato essenzialmente a promuovere la workstation
    Kronos.
  • Sebbene la teutonica Wersi sia alla ricerca di nuovi rivenditori negli Stati Uniti, tuttavia non siamo stati in grado di reperire informazioni sulla loro presenza in questa fiera. Quale più ghiotta occasione per loro! Eppure, nisba.
  • Tutto tace per Ketron, Liontracs e Orla.

Il prossimo appuntamento per il pianeta USA è per il 24-27 gennaio 2013 quando ad Anaheim in California si svolgerà il Winter NAMM 2013, un evento che offrirà maggiori sorprese, statene certi.

Questa estate è andata così.

Written by Renatus

21 luglio 2012 a 08:10

Pubblicato su argomenti vari

Tagged with , , , , ,

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ciao Renato, innanzitutto ti voglio fare i complimenti per il blog, ti seguo moltissimo. Sono un forumer di supporti musicali, abbiamo avuto modo di scambiarci qualche battuta sulla ketron audya. Sono quel ragazzo che avverte tanto gli stacchi dei loops audio tra una variazione e l’altra e da un feel ed un altro.
    Ho una gem genesys che sto pensando di cambiare. Attendo nuove notizie da casa Yamaha per l’eventuale tyros 5 che spero resti ancora senza touch screen.
    Sono non vedente, pertanto oggi è diventato quasi impossibile suonare una tastiera, come alternative abbiamo solo ketron e yamaha.
    Ti chiedo di fare una riflessione sul toch, anche perchè penso non sia nemmeno poi tanto comodo per chi vede. Pensiamo a quando si hanno le mani sudate o a quando si deve stare sempre incollati con la vista sullo schermo. Non è poi tanto la soluzione migliore. Personalmente non ho ancora preso tyros 4 perchè ancora non mi convincono del tutto le drums, spero nella prossima versione
    Un abbraccio.
    Lino Borrelli

    Lino Borrelli

    21 luglio 2012 at 14:44

  2. Ciao Lino. Grazie del messaggio e della tua attenzione su questo blog.
    Sì, sono d’accordo con te sul touch screen. Non mi convince oggi sulla Korg Pa800, come non mi convinceva dieci anni fa quando suonavo una Korg i30. Invece adoro l’immediatezza fisica dei controlli su Tyros, che ti dà una totale padronanza dello strumento. E questo vale per tutti, vedenti e non vedenti.
    Per la Tyros 5 credo che i tempi siano ancora prematuri. Davvero non ti convincono i nuovi suoni drums di Tyros 4?
    Un caro saluto,
    Renato

    Renatus

    21 luglio 2012 at 21:41

    • Ciao Renato, le drums sono poco corpose, purtroppo è da sempre stata una pecca di Yamaha. I piatti ad esempio, sono piccoli scrosci, non si sente quel colpo secco!
      Ho notato che però negli ultimi anni la ditta ha migliorato molti suoni, vedi il campione del pianoforte che è uguale al suono del mio cp300. Come i suoni di sax, violini e chitarre, veramente fantastici anche se si potrebbe fare qualcosa in più per quella acustica.
      La tyros 4 è una macchina fantastica di suoni, veramente se mettessero a posto il lato batterie sarebbe meraviglioso.
      Ho avuto modo di provarla qualche volta in negozio e poi ascolto demo su youtube. Mi farebbe piacere se tu mi facessi una demo di styles suonati da te. Magari potresti mettere in risalto tutti i principali strumenti; styles pop, rock, e dance.
      Ecco, poi te ne sarei grato se mi facessi sentire le drums suonate da te, non so, potrei scoprire qualcosa di nuovo.
      Un abbraccio
      Lino

      Lino Borrelli

      22 luglio 2012 at 21:20

  3. […] insieme in questo blog la fiera estiva degli strumenti musicali nel Nord America, dedicando un articolo alle osservazioni sul Summer NAMM 2012. Fra le poche novità, spicca il nuovo arranger Yamaha […]

  4. […] punto ci aspettavamo un loro ingresso nelle fiere nordamericane ma, dopo aver già tagliato il Summer NAMM 2012, ora osserviamo che è stato disertato anche il Winter NAMM 2013. Mistero. Anche per costoro, ne […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: