Tastiere arranger

Benvenuti!

Come modernizzare i vecchi MIDI file con un arranger Yamaha

with 7 comments

Gli Standard MIDI File (SMF) offrono un grande vantaggio: quello di riprodurre brani famosi o composizioni personali su un arranger, sfruttando il motore sonoro dello strumento e, per chi possiede una tastiera Yamaha, sfruttando opzionalmente anche la sezione arranger degli stili.

Un grande beneficio dei MIDI file è, infatti, quello di essere facilmente modificabile e personalizzabile, come abbiamo già descritto in questo blog: in quest’articolo, infatti, abbiamo esposto in dettaglio come intervenire manualmente su tutte le caratteristiche di un MIDI file per poterlo rinnovare o adattare al proprio gusto musicale. Oggi, invece, tenterò di descrivere una procedura alquanto semplice e che consente di ottenere lo stesso risultato sfruttando il repertorio di stili dell’arranger Yamaha.

Per cominciare, è necessario che il MIDI file sia dotato degli eventi MIDI relativi agli accordi. Per verificare la presenza di questi eventi, è sufficiente aprire il file sul vostro arranger con la funzione Lyrics oppure Score: se il pulsante Chord è attivo e appaiono gli accordi sullo schermo, allora siete a cavallo. In caso contrario, occorrerà inserire ex novo gli accordi nel MIDI file: se non sapete come fare, non disperate ho scritto, infatti, un articolo in questo blog per descrivere come ottenere questo risultato ricorrendo al prezioso software freeware conosciuto sotto il nome di PSRUTI.

Se quindi il vostro MIDI file è dotato degli accordi, potete caricarlo sul vostro arranger e teoricamente sareste già pronti per la magia di modernizzazione automatica. Ma, prima di cominciare, vi suggerisco di compiere una piccola operazione di ritocco per assicurarvi che le tracce di accompagnamento del MIDI file siano escluse, altrimenti vi potreste trovare in una condizione di ridondanza cacofonica. E’ molto semplice: basta tenere conto, infatti, della tabella che segue.

In questo schema di esempio vi suggerisco come mappare le tracce del vostro MIDI file:

  • Lasciate liberi i canali MIDI 1-4 per quanto suonerete con le vostre mani dal vivo. Solo la serie Tyros permette il layer della mano destra su tre strati (Right 1, Right 2 e Right 3), mentre la serie PSR non è dotata di Right 3: in questo caso il canale 4 potrà far parte del gruppo successivo oppure potete lasciare che sia presente la traccia della melodia principale, qualora servisse.
  • Se nel MIDI file originale ci sono frasi o parti che desiderate conservare in originale, allora copiatele le tracce specifiche nei canali 5-8. Suoneranno dal vivo esattamente come nella base originale. Ovviamente sfruttate bene queste opportunità per preservare gli assoli strumentali che non intendente suonare voi dal vivo o per i contrappunti particolari e distinti della base su cui state lavorando. Per spostare il contenuto delle tracce del MIDI file, sfruttate la funzione MIX del Song Creator.
  • Per i canali 9-16 l’arranger utilizzerà solo le tracce degli stili e ignorerà il contenuto del MIDI file. Potete quindi cancellare il contenuto di quelle tracce o lasciarlo, è indifferente.

Salvate il MIDI file modificato con Song Creator, cambiando il nome del file così da non danneggiare la base originale.

Ora siete pronti:

  • Avviate il playback del MIDI file.
  • E, contemporaneamente, avviate lo stile della sezione di accompagnamento.

Sarete sorpresi di ascoltare la vostra vecchia base completamente trasformata e rinnovata. Saranno, infatti, i pattern dello stile che suoneranno con gli accordi richiesti dal vostro brano e a tempo corretto. Anche il più spento dei vostri MIDI file potrà resuscitare. E’ probabile che la prima scelta dello stile possa non essere adeguata: in questo caso, non scoraggiatevi e cambiate lo stile da accoppiare alla canzone e riprovate. Alla fine individuerete lo stile più adatto per il brano.

Per quanto riguarda i cambi delle variazioni dello stile, è naturale che non sarà sempre agevole l’uso di Intro e, talvolta, anche dell’Ending. Mentre potrete richiamare con i pulsanti dedicati l’attivazione di Main 1-4, Fill-In e Break in tempo reale. E’ possibile anche memorizzare il richiamo di queste variazioni nel MIDI file, ma questa procedura è più complessa e richiede un intervento più articolato con Song Creator, magari ci torneremo sopra in un altro articolo, chissà.

Alla fine, una volta ottenuto un risultato accettabile, vi suggerisco di memorizzare il MIDI file attivo e lo stile selezionato in un banco di una Registration (come vi abbiamo spiegato in quest’articolo), in modo tale da richiamare facilmente l’accoppiata stile/brano quando sarà necessario in futuro.

Il gioco è fatto. Divertitevi.

Written by Renatus

6 agosto 2013 a 17:39

7 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Caro Renatus grazie per l’ennesima ed esauriente spiegazione : quello che i manuali non dicono o rendono di difficile comprensione grazie ai tuo suggerimenti lo riesco a fare sulla mia Tyros.
    Maurizio

    maurizio

    21 agosto 2013 at 07:59

    • Grazie a te Maurizio dell’attenzione e della tua consueta gentilezza.

      Renatus

      23 agosto 2013 at 08:16

  2. […] Come modernizzare i MIDI file con un arranger Yamaha […]

  3. Ciao Renatus, potresti gentiamente inviarmi un tuo contatto email dove posso scriverti per avere delle info? puoi anche contattarmi direttamente a sound2001@live.it. Grazie

    Pino

    10 novembre 2014 at 14:12

  4. Ma chiedo! Alla psrs910 non si può modificare le parti di una batteria ?? Se e cosi la vendo subito (grazie)

    manuele

    24 luglio 2015 at 14:18

    • Certo che si possono modificare le parti ritmiche, sfruttando i campioni di bordo.

      Renatus

      25 luglio 2015 at 16:48


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: