Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Archive for dicembre 2014

Il rapporto 2014 del blog tastiere.wordpress.com

leave a comment »

Anche quest’anno i “folletti” delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Il rapporto 2014 del blog tastiere.wordpress.com

Il rapporto 2014 del blog tastiere.wordpress.com

Ecco un estratto del rapporto ufficiale di WordPress.com:

Questo blog è stato visto circa 151.000 volte nel 2014. Rispetto il 2013, è stato registrato un interesse superiore di 11.000 letture. Il giorno più trafficato dell’anno è stato il 26 gennaio con 768 pagine lette. L’articolo più popolare quel giorno fu Winter NAMM 2013: lo stand Roland. Nel 2014, ci son stati 75 nuovi articoli, che hanno portato gli archivi totali del blog a 318 articoli in totale. Ecco gli articoli più letti nel 2014:

1 Sostituire l’unità floppy-disk della tastiera con un lettore di memorie flash USB

2 Migliaia di MIDI file per tastiere arranger Yamaha

3 Stili gratuiti da Yamaha Italia

4 Espandere il repertorio degli stili di fabbrica (2 di 2)

5 Gli stili gratuiti di Yamaha Italia sono ritornati

La maggioranza dei lettori risiede in Italia. Ma si distinguono altri due Paesi in crescita: USA (quasi 8000 visite) e Svizzera (1300 visite).

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

31 dicembre 2014 at 20:00

Pubblicato su argomenti vari

Tagged with

Yamaha Tyros5: rilascio sistema operativo 1.10, YEM 2.2.0, Stage Pack e altri aggiornamenti

with one comment

Il periodo finale dell’anno è solitamente tranquillo sui siti ufficiali dei produttori di strumenti musicali. Tutte le bombe sono abitualmente sganciate nelle settimane precedenti, onde favorire il mercato delle vendite natalizie. In questo caso Yamaha ci ha sorpresi con alcune novità software pubblicate negli ultimi giorni di dicembre. Forse questi rilasci erano previsti a novembre, ma il centro R&D di Yamaha sito in Germania deve essere arrivato in ritardo con lo sviluppo e collaudo (chissà, anche i tedeschi non sono più così efficienti come venivano disegnati in passato).

A parte gli scherzi, queste risorse sono scaricabili dall’area di supporto sito ufficiale.

Commentiamole insieme in dettaglio. Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

30 dicembre 2014 at 11:24

Pubblicato su Yamaha

Il paese dei figuranti

with 15 comments

Danzare, danzare, danzare

Danzare, danzare, danzare

Effetto delle tecnologie applicate alla musica dal vivo

Con l’avvento delle tecnologie digitali nella musica, i cantanti e i musicisti per feste, matrimoni e pianobar hanno potuto accedere ad ottime simulazioni di accompagnamenti orchestrali per arricchire le proprie esibizioni dal vivo. Negli anni ottanta, improvvisamente, è diventato possibile svolgere un’esecuzione completa disponendo di un numero ridotto di musicisti. E’ apparso a macchia d’olio il fenomeno del duo o del trio capace di reggere l’animazione musicale di un’intera serata affrontando gli arrangiamenti più complessi. La base ritmica è stata la prima ad essere messa in playback, perché di schianto sono stati risolti due problemi tecnici comuni: la difficoltà di microfonare una batteria e il rischio di finire fuori tempo. E con le percussioni anche la parte del basso è stata posta sullo sfondo, data la nota scarsità di bassisti in circolazione. La musica dal vivo si è mischiata con la musica registrata rendendo possibile esecuzioni nemmeno immaginabili pochi anni prima. Nei primi timidi anni i musicisti erano ancora musicisti, anche se si servivano di tecnologie di supporto per espandere le proprie esibizioni. Gli arranger workstation, di cui parliamo in questo blog, hanno consentito l’esecuzione autonoma anche di singoli musicisti: la sezione degli stili automatici permetteva al solo tastierista di intrattenere e far ballare centinaia di persone in sala: bastava pilotare i suoni e i ritmi di un’intera orchestra suonando gli accordi con la mano sinistra e le parti soliste con quella destra.

Una nuova categoria di intrattenitori

Poi però è apparsa sul palco una nuova Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

29 dicembre 2014 at 11:28

Pubblicato su argomenti vari

Tagged with

Canale YouTube: TutorSynth

leave a comment »

Vi segnalo un piccolo ma utile canale YouTube: si chiama TutorSynth, è originario dalla Croazia e offre un interessante serie di filmati video istruttivi per gli scopi più diversi legati alle tastiere arranger. I filmati sono tutti auto-esplicativi e valgono come esempi concreti di utilizzi specifici di arranger.

Per chi possiede Tyros2, ad esempio, potrebbe tornare utile una guida alla conversione dei campioni dal formato Tyros3 al precedente formato Tyros2 (da UVN a TVN).

Per chi utilizza MixMaster, il software gratuito di Michael Bedesem, ecco Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

26 dicembre 2014 at 23:10

Ketron MIDJPRO: rilascio del sistema operativo V1.3.2

leave a comment »

Ketron ci sta abituando a piccoli rilasci frequenti per l’aggiornamento del sistema operativo di MIDJPRO: lo scorso luglio era uscita la versione 1.3, rettificata a settembre con la versione 1.3.1; con il 16 dicembre u.s. siamo giunti alla nuovissima versione 1.3.2.

L’elenco dei miglioramenti sembra essere più ricco dello scorso aggiornamento di settembre. La nota di rilascio ufficiale cita quattro punti di innovazione: Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

22 dicembre 2014 at 19:31

Pubblicato su Ketron

Tagged with

CTK-2090: una tastiera per ragazzi (e per il divertimento)

with one comment

Casio CTK-2090

Casio CTK-2090

Oggi vi voglio segnalare un piccolo arranger dotato di campionatore e destinato ai ragazzi più giovani, perché si possano divertire con il rap e con le pratiche più diffuse nell’ambito Dance.

In effetti, nello scorso mese di agosto, Casio America aveva anticipato un comunicato di stampa relativo al prossimo debutto di una nuova tastiera portatile: CTK-2090. Di  questo prodotto non c’è ancora traccia nei negozi e nei punti vendita eCommerce, chissà forse la vedremo nel 2015. Però questo modello ci segnala come stia crescendo la recente tendenza di introdurre piccole capacità di campionamento sui modelli medi e inferiori del listino dei produttori di tastiere.

CTK-2090 offre – a buon prezzo per i giovani musicisti – le caratteristiche basilari di chi è interessato a produrre musica come quella degli artisti più amati. Sono passati trentanni da quando Casio aveva rilasciato il primo campionatore (SK-1): lavorava a 8 bit ed era quindi molto rudimentale. Oggi i tempi sono cambiati e il piccolo campionatore di CTK-2090 permette di registrare in modo impulsivo e spontaneo, grazie al microfono incorporato nel pannello: da qui è infatti possibile campionare la propria voce o altri suoni d’ambiente per create una larga varietà di suoni. Il campionatore applica subito gli effetti sullo spezzone registrato, rendendolo così immediatamente usabile.

CTK-2090 gestisce due tipi di campionamento. Il primo è lo Short Sampling Mode per creare fino a 5 suoni della durata di 0,4 secondi, mentre il Full Sampling Mode permette di arrivare fino a 1-2 secondi. Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

13 dicembre 2014 at 23:07

Pubblicato su Casio

Tagged with

Euro Organ Artist per Yamaha Tyros 4 e Tyros 5

leave a comment »

Euro Organ Artist per T4 e T5

Euro Organ Artist per T4 e T5

Negli anni ’70 in tutta Europa – in Germania ed Olanda soprattutto – spopolavano gli organi elettronici prodotti dalla società tedesca Wersi, il cui modello più celebre – Helios – aveva conquistato molti musicisti intrattenitori, quelli che si dedicavano al repertorio popolare a metà strada fra i ritmi latini più classici, lo swing e un’enormità di colonne sonore strumentali. Lo strumento era dotato di suoni analogici, doppio manuale, pedaliera, cursori di tipo drawbar e una sezione ritmica molto rudimentale. La tecnica più diffusa richiedeva che la mano sinistra suonasse gli accordi in modo ritmico e sincopato. In un certo senso, possiamo affermare che dalle ceneri di questo tipo di organo, negli anni  novanta prese le mosse l’idea di base da cui è nato il concetto primordiale di arranger. Ma questa è tutta un’altra storia.

La novità è che, nei giorni scorsi, la società indipendente Otonosekai ha dedicato al Wersi Helios un pacchetto di suoni e stili con piena compatibilità con i più recenti modelli di Yamaha Tyros (4 e 5). Otonosekai non dispone di un proprio sito di eCommerce: il prodotto software è scaricabile dal Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

6 dicembre 2014 at 21:46

Pubblicato su Wersi, Yamaha

Tagged with , , , , ,