Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Archive for the ‘Ketron’ Category

Musik Messe 2016: Ketron alza il sipario su SD9, SD40 e SD80

with 15 comments

Ketron SD9

Ketron SD9

Spirano venti di grande novità quest’anno presso lo stand Ketron al Musik Messe 2016 di Francoforte: i visitatori della fiera internazionale, aperta da ieri 7 aprile, hanno la possibilità di toccare con mano ben tre nuovi prodotti che vanno ad estendere la felice famiglia SD degli arranger Ketron. Voi sapete quando adori le fiere di strumenti musicali con il botto, ebbene questa volta Ketron è riuscita a mantenere un perfetto silenzio-stampa prima di stupire tutti con questo annuncio di novità multiple.

Si comincia da SD9, un arranger workstation di classe ammiraglia, dotato di 76 tasti semi-pesati con aftertouch. Le classiche 128 note di polifonia vanno a sfruttare un modulo multi-timbrico interno che consente l’ascolto di 48 parti contemporanee. Il controllo visivo avviene grazie ad un ampio schermo LCD a colori (TFT 7”) con capacità di touch screen. L’utente ha 700MB a disposizione per memorizzare le proprie risorse internamente. Non manca il disco a stato solido SDD con 16GB.

Se utilizziamo Ketron SD7 come metro di paragone, ecco che balzano agli occhi immediatamente le più evidenti variazioni introdotte:

  • 76 tasti contro 61.
  • 4 curve di dinamica contro 3.
  • Un numero maggiore di stili (300 contro 260).
  • Il rinnovamento del repertorio di stili di fabbrica con la presenza dei nuovi Live Band Style che promettono un ancora più efficace realismo.
  • 12 Launchpad che agevolano il controllo interattivo delle esibizioni dal vivo, richiamando cioè risorse diverse alla semplice pressione di un pad: in tempo reale, è possibile attivare una traccia di Audio Drum, un giro di basso, l’accompagnamento di una chitarra acustica, un groove audio, un file Wav e così via. Tali pad possono poi essere memorizzati all’interno delle song.
  • Probabilmente per darsi un tono più professionale, SD9 non dispone di amplificazione di bordo.

D’altro canto, SD9 annovera le qualità distintive degli arranger Ketron: negli stili sono disponibili le tracce audio delle percussioni e le tracce di groove. La funzione Drum Remix in grado di rivitalizzare le tracce MIDI più spente. E lo Style Modeling ereditato da SD7 offre la possibilità di estendere il parco di stili di accompagnamento automatico a disposizione. Il doppio lettore di basi supporta i formati MIDI, MP3, MP4, WAV e molti altri formati. E, per finire, citiamo ancora il lettore di basi audio multi-traccia (5+1) e l’uscita video DVI per il karaoke.

Ketron SD40

Ketron SD40

Passiamo ora alla seconda novità del Made in Italy: SD40 si presenta de facto come una SD7 in versione modulo sonoro, cioè senza tastiera e nemmeno amplificazione di bordo. Ketron ha sempre vantato una posizione preminente sul mercato dei moduli arranger, grazie al successo di modelli come MIDJAY. Trattasi di un segmento di mercato che non conosce la presenza dei grandi marchi come Korg e Yamaha, dimostrando così un ampio spazio disponibile alle capacità commerciali dell’azienda di Ancona. SD40 pesa solo 2Kg e, grazie anche alle dimensioni compatte (32x18x10 cm), si rivela un gioiellino facile da trasportare con comodità in ogni dove per essere collegato ad una tastiera master, ad un pianoforte digitale oppure ad una fisarmonica MIDI, al fine di disporre di una sezione arranger professionale con i suoni Ketron celebri per la loro autenticità e naturalezza.

Ketron SD80

Ketron SD80

E per finire, spendiamo due parole anche per SD80. È sicuramente il modello più originale, visto che appartiene ad un’altra categoria di prodotti, dove Ketron gioca la propria leadership: parlo degli arranger con tastiere cromatiche. Dopo Audya 8 e SD8, l’azienda italiana ora lancia SD80. A prima vista, balza agli occhi con particolare evidenza il manuale cantabile composto di 52 bottoni disposti cromaticamente a destra e la classica pulsantiera di 120 bottoni per i bassi a sinistra. Non è uno strumento per tutti, essendo destinato agli amanti della fisarmonica: costoro potranno pilotare una sezione arranger pari a quella di SD7 sfruttando i manuali con sistema a bottoni posti in orizzontale sul piano della tastiera.

Complimenti vivissimi a Ketron. Il Made in Italy continua a stupire. Bravi!

Torneremo qui ad approfondire queste novità, statene certi.

Written by Renatus

8 aprile 2016 at 02:00

Pubblicato su Ketron

Tagged with , ,

Ketron SD7: tutorial PDF e video

with 4 comments

In un recente articolo, vi ho documentato come Ketron SD7 si sia rivelato il modello di arranger che è stato oggetto di maggiore interesse negli ultimi dodici mesi. In effetti, anche in altre sedi, abbiamo percepito ripetuti segnali della curiosità espressa sul web per questo strumento, visto che i forum di appassionati di arranger pullulano di interventi a favore e circolano diverse esperienze di musicisti che testimoniamo come SD7 si stia giocando la propria buona reputazione allo stesso livello delle altre ammiraglie, Korg Pa4X e Tyros 5 in primis.

A favore di quanti entrano in possesso di un arranger nuovo come SD7, nel mese di febbraio, Ketron ha pubblicato una guida di istruzioni aggiuntive, nell’ottica di spiegare “come fare” specifiche procedure, operazioni tipiche, suggerimenti, soluzioni pronte all’uso per svariate necessità. Per ora il documento è disponibile solo in lingua inglese e potete consultarlo in formato PDF: Tutorial SD7

AjamSonic, il distributore USA di Ketron, ha invece realizzato alcuni brevi filmati video con la stessa finalità di dimostrare “come fare”. Anche questi tutorial sono in lingua inglese, se avete difficoltà a capire, potete fare ricorso alla funzione Sottotitoli disponibile su YouTube. Ecco gli argomenti di questi filmati:

Una menzione particolare merita Marco Filacchione per il prezioso filmato istruttivo, questa volta in lingua italiana, ben fatto, con minuzia di dettagli riportati con buona chiarezza. Marco illustra come creare un file audio multitraccia.

Alla prossima!

Written by Renatus

28 marzo 2016 at 08:41

Pubblicato su Ketron

Tagged with ,

Ultime notizie da Ketron

with 10 comments

Cattura

Mi piace lo stile introdotto recentemente da Ketron sul nuovo sito. Mi piace in particolare la dinamicità della pagina principale, dove scorrono le notizie. Mi dà un senso di vitalità, mi fa capire che la situazione non è statica: c’è movimento. Mi comunica che Ketron è vitale. E che il comparto di ricerca, sviluppo e produzione degli arranger ha ancora qualcosa da dire. E che, in particolare, il Made in Italy nella produzione di strumenti musicali non ha ancora cessato di tenere alta la propria bandiera. Bene!

E allora commentiamo insieme le ultime notizie, quelle uscite dopo il 13 novembre, giorno in cui ci siamo confrontati insieme qui sulle novità fino a quella data.

SD7 1.1.1
Qualcuno di voi ricorda il piccolo disguido a causa del quale il nuovo sistema operativo dell’apprezzata SD7 non era stato reso scaricabile immediatamente in forma stabile. Ketron era già intervenuta il 17 novembre per correggere l’anomalia, ripristinando un grande entusiasmo fra i recenti acquirenti di SD7. Ma non sono passati nemmeno altri nove giorni, che ancora una volta Ketron interviene pubblicando una successiva versione del firmware. Siamo così arrivati alla versione 1.1.1. E’ naturale che, in tempi così ravvicinati, non potesse arrivare un aggiornamento importante, si limita infatti a migliorare la sincronia dei file di testo con le basi audio e MIDI, a sistemare qualcosina sul controllo del Pitch Bend e a consentire l’accesso alle REGISTRATION dal menu MEDIA.

MIDJPRO 1.3.4
Gli aggiornamenti software di Ketron vanno a braccetto e, quasi contemporaneamente, assistiamo alla pubblicazione della versione 1.3.4 del sistema operativo di MIDJPRO, la scatola magica. Anche qui registriamo piccole briciole di miglioramento: la stessa sincronia dei file di testo di cui sopra, l’aggiustamento di alcuni ritmi e l’aggiornamento del manuale.

Descrizione di procedure utili
Gli aggiornamenti software fanno sempre piacere ma (a mio modesto avviso) la più gradita novità è la pubblicazione di articoli istruttivi che spiegano come creare un nuovo stile per Ketron SD7, come attivare l’effetto rotary sui suoni d’organo e, il più atteso, come importare su SD7 e MIDJPRO gli stili provenienti dai modelli Ketron precedenti della serie SD e MIDJAY, aspetto di cui ci aveva parlato anche Giorgio Marinangeli (ricordate?).

PS: Colgo l’occasione per salutare pubblicamente Giorgio Marinangeli, caro amico di questo blog: gli auguro tutto il meglio, a seguito della sua recente decisione di terminare la collaborazione con Ketron e di abbandonare il  mondo dell’ingegneria musicale per passare ad un altro settore professionale. Excelsior!

Written by Renatus

3 dicembre 2015 at 23:14

Pubblicato su Ketron

Tagged with ,

Aggiornamenti software in casa Ketron: SD7 1.1.0 e MIDJPRO 1.3.3

with 3 comments

A seguito della tempestiva e gradita richiesta di Davide, fedele lettore di https://tastiere.wordpress.com, sono qui oggi a commentare brevemente con voi le recenti novità Ketron, vale a dire il rilascio di nuove versioni software del sistema operativo di SD7 e MIDJPRO.

SD7 versione 1.1.0

Chi ha già prontamente scaricato e aggiornato la propria Ketron SD7 non sta risparmiando le espressioni di entusiasmo a seguito delle migliorie sperimentate e ai guasti risolti. Nonostante le cautele che si dovrebbero avere in queste occasioni, dobbiamo prendere atto che, in effetti, le novità sono numerose. Una lunga serie di nuove funzionalità ha arricchito SD7, fra cui la nuova opzione Style-Player Single, l’Arranger Transposer, il salvataggio di vari tipi di file nelle Registration, la funzione Rootless Chord per il riconoscimento di accordi complessi, i nuovi tipi di riconoscimento degli accordi, la rapida gestione del Sustain nel modo Pianist e così via. Sono stati altresì perfezionati i suoni e i dettagli di numerosi stili di accompagnamento. I guasti risolti consentono una maggiore fluidità nell’uso dello strumento, come il cambio di stile immediato e la scomparsa dei problemi nell’utilizzo dei Fader in modalità Player.

L’impressione di alcuni è che lo strumento ora suoni molto meglio di quanto non succedesse prima con la versione software originale: è un aspetto sorprendente, visto che già la precedente versione aveva provocato grande entusiasmo nella comunità dei suonatori di arranger. 

Insomma l’aggiornamento 1.1.0 sembra rappresentare una tappa importante per chi possiede questo arranger. La lista dettagliata di tutte le migliore è disponibile sul sito ufficiale: SD7 1.1.0 da dove potete anche scaricare l’aggiornamento software.

Nota bene: Se avete scaricato l’aggiornamento prima del 17 novembre, occorre tornare sul sito e scaricarlo di nuovo, qualche intoppo era presente nei giorni precedenti. Ora è stato risolto.

MIDJPRO versione 1.3.3

La scatola magica di casa Ketron continua a crescere di nuove funzionalità, grazie all’ennesimo aggiornamento software rilasciato (è il sesto!).

E’ possibile ora visualizzare gli accordi di uno Standard MIDI File anche all’interno della vista Lyrics, si dispone di un nuovo accordatore per chitarra, la riproduzione dei MIDI file ora gestisce meglio gli eventi MIDI multipli sovrapposti, lo schermo può essere personalizzato con temi grafici selezionabili, è stata migliorata la compatibilità e l’importazione di alcuni stili in formato .KST, mentre il manuale utente è stato arricchito di informazioni più accurate. E non dimentichiamo di menzionare la raffica di correzioni apposte a vari problemi minori.

Anche la nota di rilascio di MIDJPRO può essere consultata sul sito ufficiale Ketron: http://www.ketron.it/9-ultime-notizie/update-1-3-3

Conclusione

Tenete conto che la procedura di aggiornamento su entrambi gli strumenti si aspetta che ci siano 80MB di spazio libero nella memoria SSD interna.

E ora gustiamoci questa bella esibizione dal vivo di Marco Bacchetta, dimostratore ufficiale di prodotti Ketron.

Written by Renatus

13 novembre 2015 at 22:28

Pubblicato su Ketron

Tagged with ,

Ketron rinnova il formato del proprio sito web

leave a comment »

Nuovo formato del sito Ketron

Nuovo formato del sito Ketron

Ci sono delle ragioni per cui ora il sito Internet di Ketron vale il tempo di essere visitato.

Innanzitutto, il nuovo formato web è reattivo (avrei dovuto utilizzare la parola responsive, ma voi sapete quanto detesti l’abuso di termini stranieri nella lingua italiana): voglio dire, ora le pagine del sito si adattano spontaneamente alle dimensioni dello schermo agevolando una comoda consultazione, sia che siate di fronte allo schermo grande di un PC, su quello più piccolo di un tablet o anche solo su quello minuscolo di uno smartphone. Ormai tutti i siti principali offrono questa comodità che, per la cronaca, è disponibile sul portale che ospita questo blog sulle tastiere arranger da diversi anni.

In secondo luogo, il sito nasce già trilingue (italiano, inglese e francese): contiamo dunque che la versione italiana sia aggiornata in tempo reale rispetto la versione inglese tipicamente orientata ad una platea internazionale più vasta e, quindi, maggiormente soggetta ad aggiornamenti continui.

E poi il sito è semplice e chiaro: si presta ad essere navigato con facilità. Sì certo, la grafica è essenziale, ma i prodotti a listino sono elencati con chiarezza secondo la propria categoria di appartenenza, le pagine di supporto di ciascun modello contengono tutti gli aggiornamenti software, compresi delle istruzioni per l’installazione e anche le dimostrazioni audio sono accessibili. Nella scheda dei singoli prodotti sono presenti i link per accedere alla scheda tecnica, ai filmati, ai manuali, ai depliant, alle pagine di suggerimenti e di scarico risorse addizionali.

Le pagine più gettonate saranno molto probabilmente quelle dedicata alle librerie di stili. Da qui, è possibile ottenere tutti gli stili Ketron aggiuntivi per espandere il repertorio di fabbrica dello strumento. E’ una ghiotta occasione per espandere il proprio arsenale di accompagnamenti automatici di qualità.

E che dire poi della pagina di domande e risposte? Si chiama FAQ ed è vivamente consigliata a tutti i possessori di uno strumento Ketron. Non mancano gli elenchi dei punti vendita autorizzati e dei punti di assistenza, tutti divisi per regione di residenza. Sempre in tema di assistenza, è possibile mettersi in contatto con l’azienda di Ancona compilando una pagina web dove inserire i propri dati e i propri commenti: è un’occasione buona non solo per chiedere aiuto, ma anche per esprimere le proprie opinioni sul sito stesso o sui prodotti Ketron in generale.

Per finire, nel sito troverete facilmente la pagina di iscrizione alle newsletter periodiche.

Written by Renatus

28 ottobre 2015 at 20:00

Pubblicato su Ketron

Tagged with , , ,

Kit dischi SSD per tutti i modelli Ketron

leave a comment »

Dischi SSD

Da diversi anni, si assiste alla diffusione dei dischi fissi a stato solido (SSD) in numerosi settori di prodotti di consumo. Anche il comparto degli strumenti musicali ne è stato coinvolto: rispetto i dischi fissi tradizionali (HD), i dischi SSD offrono migliori prestazioni e maggior sicurezza. In effetti, l’utilizzo di memorie flash allo stato solido consente di evitare l’adozione di supporti di tipo magnetico. Questo aspetto, tradotto in termini concreti, agevola la memorizzazione di grandi quantità di dati, senza ricorrere ad organi meccanici. Da qui ne derivano diversi vantaggi addizionali: l’assenza di rumorosità (e per uno strumento musicale questo aspetto ha un grande valore), minore possibilità di rottura, durata più lunga, minori consumi durante le operazioni di lettura e scrittura, tempi di accesso e archiviazione più rapidi, maggiore resistenza agli urti e minore produzione di calore. Vi basta?

In casa Ketron

Tenendo conto di queste innovazioni, nei mesi scorsi Ketron ha reso Leggi il seguito di questo post »

Written by Renatus

26 luglio 2015 at 17:35

Pubblicato su Ketron

Tagged with , , , , , ,

Come preparare un brano per l’Audio Multitrack di Ketron SD7

leave a comment »

Audio Multitrack su Ketron SD7

Audio Multitrack su Ketron SD7

L’epidemia febbrile di attenzione attorno a Ketron SD7 continua a mietere vittime. La curiosità sale e nemmeno le informazioni disponibili sul sito ufficiale Ketron sembrano ancora riuscire nell’intento di abbassare la temperatura. Oltre al sottoscritto, anche l’amico Giorgio Marinangeli si è sentito chiamato a raccolta e ora è intervenuto sul proprio blog per fornire informazioni aggiuntive e utili per chi è interessato al nuovo prodotto. Del resto, noi qui ci siamo appena lasciati da pochi giorni citando l’avvio di un percorso di dimostrazioni di SD7 sul territorio nazionale: e siamo tornati ora per battere il chiodo, finché e caldo.

In questo nuovo articolo, Giorgio illustra come preparare i propri brani perché siano pronti ad essere dati in pasto ad Audio Multritrack, la funzione che sembra aver suscitato il maggiore interesse sul nuovo strumento Ketron (NDR: cosa che ha sorpreso diverse persone, visto che stiamo sempre parlando di un arranger).

Si tratta di una sorta di Leggi il seguito di questo post »

Written by Renatus

25 giugno 2015 at 23:39

Pubblicato su Ketron

Tagged with ,