Tastiere arranger

Arranger, tastiere da suonare con stile

Posts Tagged ‘psr-s700

Come modernizzare i vecchi MIDI file con un arranger Yamaha

with 11 comments

Gli Standard MIDI File (SMF) offrono un grande vantaggio: quello di riprodurre brani famosi o composizioni personali su un arranger, sfruttando il motore sonoro dello strumento e, per chi possiede una tastiera Yamaha, sfruttando opzionalmente anche la sezione arranger degli stili.

Un grande beneficio dei MIDI file è, infatti, quello di essere facilmente modificabile e personalizzabile, come abbiamo già descritto in questo blog: in quest’articolo, infatti, abbiamo esposto in dettaglio come intervenire manualmente su tutte le caratteristiche di un MIDI file per poterlo rinnovare o adattare al proprio gusto musicale. Oggi, invece, tenterò di Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

6 agosto 2013 at 17:39

Score: lo spartito digitale

with 33 comments

Pagina Score su Yamaha Tyros

Pagina Score su Yamaha Tyros

Quando negli anni ottanta le tecnologie digitali sono entrate nel mondo dei musicisti, hanno fatto la loro apparizione le prime applicazioni software destinate alla visualizzazione e stampa della partitura (Score). Già i primi sequencer nel mondo Atari, Apple e Windows disponevano già di questa funzionalità. Ora, vuoi perché sin da subito il digitale si è prestato alla produzione musicale su computer basata sui loop piuttosto che sulla stesura sequenziale delle misure sul pentagramma, vuoi perché le conoscenze di base del solfeggio si sono purtroppo rarefatte negli ultimi anni, la pagina digitale dello Score ha perso la propria importanza strategica nei software musicali, con l’eccezione di prodotti dedicati come Sibelius e Finale. Per dovere di cronaca anche le Digital Audio Workstation (Logic Pro, Cubase, Sonar, e così via) includono la funzione Score, ma non mi risulta che questo sia il motivo del successo di questi prodotti. Venendo ora al nostro mondo degli arranger, osserviamo come per anni la visualizzazione di spartiti non sia stata disponibile. Poi, qualcosa è cambiato, soprattutto a seguito dell’introduzione di schermi grafici generosi: ecco infatti che, da un paio di lustri, i migliori arranger propongono di serie lo Score. Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

13 dicembre 2011 at 21:45

Storie di uomini, donne, tirocinanti ed artisti affermati

with one comment

Sommario
Dietro ognuna di queste storie, c’è una persona. E per ogni persona un aspetto o una caratteristica degli arranger workstation. In altre parole, storie cioè motivi che potrebbero stuzzicare la vostra voglia di suonare una tastiera.S

Le prime otto storie:

  1. Massimo – Napoli (2010)
  2. Sconosciuta – Roma (2008)
  3. Matteo  – Milano (2005)
  4. Andrea – Firenze (2009)
  5. Enrico – Torino (2006)
  6. Diego – Londra (2005)
  7. Beth, Annie e Robin – Malibu (1997)
  8. Tutti voi – Ovunque voi siate (2010 e anni a seguire)

E altre ancora:

  1. Giovanni – Catania (2010)
  2. Dave and Annie – New York (1983)
  3. Francesco Massa – Reggio Emilia (2012)
  4. Steve McNally – Hudson (2012)
  5. Scott Bradlee & PostModern Jukebox  – Long Island, New York (2015)
  6. Danny Mitchell – Nashville, Tennessee (2015)
  7. Antony Spatola – Catania (2015)
  8. Con un arranger in una casa di riposo e un nugolo di bambini – Torino (2015)
  9. Marco Santonocito – Torino (2016)
  10. Forum Ketron – Italia ed altrove (2016)
  11. Pagina Facebook di Arrangers Italia (2017)

A presto!

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

13 settembre 2010 at 22:19

Le registrazioni non sono così difficili

with 34 comments

Memorizzate le vostre impostazioni

Memorizzate le vostre impostazioni: le ritroverete dal vivo in un attimo

Oggi ritorniamo ad un post di argomento tecnico, utile per quanti lavorano con un arranger Yamaha (serie Tyros o PSR).

Parliamo di registrations, e cioè di quegli otto pulsanti posti proprio sopra i tasti centrali il cui scopo è quello di memorizzare i diversi scenari della vostra tastiera, per poterli poi richiamare in un amen quando servono (soprattutto dal vivo ma non solo).

Leggi il seguito di questo post »

Written by Renato, Arranger Workstation Blogger

25 gennaio 2010 at 23:43